The Manges Tribute Album – Mom’s Basement Records presents Horror Section



Come molti di voi già sapranno, da qualche settimana Mom’s Basement Records, etichetta emergente degli Stati Uniti, ha annunciato la pubblicazione di un tributo ai nostri amati Manges. Un progetto ambizioso che coinvolge tante band da ogni angolo del Mondo e che ha attirato subito la nostra attenzione. Così scambiando due chiacchiere con John – fondatore dell’etichetta – abbiamo pensato di trovare un modo per collaborare alla realizzazione di questo progetto; abbiamo deciso di quindi di rilasciare un serie di brevi interviste per presentare le band che omaggeranno i rockers di Las Pezia.

La prima band annunciata sono stati gli americani Horror Section che per l’occasione hanno scelto Barrage of Hate. Il quartetto del Missouri, facente parte del giro della Eccentric Pop Records (ma con all’attivo anche due split per Mom’s Basement)  sono una delle pop-punk band emergenti  più interessanti che personalmente ho iniziato ad ascoltare solo un paio d’anni fa quando venne pubblicato lo split con Dan Vapid And The Cheats. Se hanno la benedizione del Profeta, vuoi che non siano una band valida?

Dave – cantante e chitarrista della band ci dice “I Manges sono una delle mie band preferite e sicuramente tra le più importanti. Ho iniziato ad ascoltarli quando venne pubblicato The Manges ‘R Good Enough. Poco dopo ebbi l’occasione di vederli a Carbondale, Illinois quando vennero in tour negli States. Quella fu la prima volta che andai a Carbondale, feci amicizia con tante persone e poi mi trasferii lì per andare a scuola. Son passati tanti anni e loro hanno continuato a pubblicare grandi album; ho avuto la fortuna di vederli altre volte dal vivo (e non mi hanno mai deluso). E’ un onore per me fare parte di questa compilation , All Hail The Manges!

Quello che mi ha sempre colpito degli Horror Section è che sono veloci, hanno ottime melodie e quel lato “oscuro” che avvolge un po’ di mistero la band. E’ molto interessante vedere quindi come queste caratteristiche si sposeranno con un brano come Barrage Of Hate, uno dei pezzi più famosi della band e vero marchio di fabbrica del Manges-sound.

Al riguardo Dave ci dice “E’ un classico dei Manges ed è stato per molti anni uno dei miei pezzi preferiti. Ottime melodie e un testo che si incastra perfettamente con le tematiche della nostra band. Parole oscure e minacciose accompagnate dai soliti fidati accordi in grado di conquistarti all’istante!

Bene, non ci resta che aspettare.

CONTATTI HORROR SECTION :

FACEBOOK: https://www.facebook.com/pg/horrorsectionband
STREAMING: https://horrorsection.bandcamp.com/

The Putz – 2014 – Knock It Off

Sei un over-30? Hai il primo accenno di panzetta? I capelli bianchi iniziano ad essere sempre più numerosi ma ancora non riesci a toglierti le All-Stars e quel chiodo ormai vecchio e consumato? Insomma, se ti ritrovi almeno in parte in questa serie di stereotipi e sei cresciuto pestando la testa contro il muro ascoltando Ramones/Screeching Weasel/Queers probabilmente i Putz fanno al caso tuo.
Ma chi sono i Putz? I Putz sono un terzetto di Indianapolis con una scimmia pazzesca per il punk-rock – quello figo che tanto piace a me – degli anni ’90: semplice, diretto, con ritornelli accattivanti e coretti a profusione. Tramite la Eccentric Pop Records – che sta dando spazio a tante band interessanti –  hanno quindi pubblicato Knock It Off in vinile (250 copie, 125 rosse/125 bianche), secondo full-length composto da 12 tracce passate dalle parti del Sonic Iguana per essere lavorate da un certo Mass Giorgini.
Le premesse sono tutte positive e l’ascolto dell’album non fa altro che confermare.. infatti fila via liscio che è un piacere, grazie alla giusta presenza di tastierine (per fortuna senza eccedere più del dovuto), qualche assolo e la giuste dose di “poppettosità” che non fa mai annoiare. Non credo sia difficile che già dopo un solo ascolto pezzi come OperateFast Food FantasyLunatic (il mio pezzo preferito!), Knock It Off ti sia appiccicano in  testa come è successo a me. C’è anche spazio per la cover di un classico degli AngelsMy boyfriend’s back che sinceramente è forse l’unico pezzo che non mi ha entusiasmato.
Ok, non stiamo parlando dell’album dell’anno, ma Knock It Off complessivamente mi è piaciuto parecchio e credo che continuerò ad ascoltarlo ancora per un po’.
Attualmente sono in giro per gli States in tour, quindi se vi trovate da quelle parti magari fate un salto a un loro concerto e compratevi questo vinile che non è per niente male. In alternativa potete procurarvelo tramite la Eccentric Pop Records qui.


TRACKLIST

01 – That’s Okay
02 – Brain Malfunction
03 – Three Strikes
04 – Operate
05 – Unreliable
06 – Fast Food Fantasy
07 – Go Work on Your Tan
08 – Get A Clue
09 – Lunatic
10 – My Boyfriend’s Back
11 – I’m a Disappointment
12 – Knock It Off





BAND
Billy Putz – bass, vocals
Tyler Wrong – guitar, backing vocals
Dougie Tangent – drums, backing vocals